Enter your search terms:
Top
 

FOTOVOLTAICO-INNOVAZIONE TECNOLOGICA AL SERVIZIO DELL’AMBIENTE

Per un futuro più intelligente

Ottimizzare l’energia fa bene ai tuoi risparmi e anche all’ambiente.  Se scegli le nostre soluzioni Smart Energy , flessibili e modulari, garantisci al tuo impianto la massima efficienza ora e in futuro.

  • Tieni sotto controllo la bolletta: riduci i costi per riscaldare l’acqua, accendere le luci…
  • Gestisci il surplus di energia massimizzando l’autoconsumo
  • Controlli il tuo impianto quando vuoi, ovunque sei
  • Ricarichi la tua auto grazie al sole

L’incentivo più sfruttato negli ultimi anni per i piccoli impianti domestici è stato la detrazione 50% abbinata allo scambio sul posto.

Grazie a questo incentivo, un piccolo impianto può generare un guadagno netto cumulato tra i 21 e i 32mila euro, ripagandosi da solo in circa 4 anni.

Anche l’eventuale accumulo può accedere alla detrazione 50%.

Novità: i nuovi impianti di potenza superiore a 20kW possono accedere agli incentivi del Decreto FER Rinnovabili, grazie al quale generi profitto dall’energia che produci e metti in rete attraverso l’impianto.

Se realizzi l’impianto contestualmente alla rimozione amianto, puoi ricevere una remunerazione aggiuntiva.

Per le aziende è disponibile anche il nuovo credito d’imposta.

Il problema dello smaltimento dei pannelli non sussiste perché i produttori sono iscritti ad appositi consorzi per offrirti lo smaltimento gratuito.

La novità del superbonus

Grazie al nuovo superbonus è possibile portare in detrazione non più il 50% ma il 110% della spesa effettuata per i lavori di efficientamento energetico.

È un incentivo interessante, che presenta dei pro e dei contro.

Come per la detrazione 50%, anche nel caso della detrazione al 110% hai la possibilità di cedere il credito fiscale alle banche.

Per accedere al Superbonus l’impianto fotovoltaico dovrà essere installato insieme ad uno dei cosiddetti “interventi trainanti”, come il cappotto termico o una pompa di calore che sostituisca la tradizionale caldaia.

In più è necessario migliorare di due livelli la classe energetica dell’immobile.

Accedendo al Superbonus perdi la possibilità dello scambio sul posto, rinunciando alla remunerazione dell’energia che immetti in rete. Per questo di solito conviene prendere un buon accumulo, che comunque ricade nel bonus 110%.

I NOSTRI PRODOTTI

GALLERY